Manutenzione e pulizia di un pavimento sopraelevato

Durante la pulizia è necessario porre particolare attenzione all’acqua: questa, se usata in quantità impropria e non raccolta subito, potrebbe penetrare nell’intercapedine, passando attraverso le varie aperture (ad esempio quelle per prese di corrente, prese per estintori, allacciamenti per aspirapolveri, ecc.) e provocare danni al buon funzionamento degli impianti sottostanti.

L’infiltrazione d’acqua poi potrebbe causare la creazione di muffe e accumuli di umidità che, col tempo, potrebbero danneggiare anche le strutture metalliche e i pannelli. In aggiunta all’acqua si devono inoltre evitare tutti i prodotti detergenti contenenti sostanze tipo resina o cera che possano formare una pellicola isolante, la quale potrebbe impedire la scarica elettrostatica a danno delle apparecchiature più sensibili.

Va ricordato che in funzione del tipo di rivestimento adottato esistono prodotti specifici per la pulizia e relative schede tecniche.

Normalmente non vengono stipulati con le aziende produttrici o distributrici di pavimenti sopraelevati contratti di manutenzione. Questa, sia nel caso di manutenzione ordinaria sia straordinaria, è affidata all’impresa di pulizia della committenza.

 

Il pavimento sopraelevato è composto di molti elementi rimovibili; in particolare i pannelli che costituiscono
il piano di calpestio si appoggiano l’uno all’altro; la stabilità del manufatto deve quindi essere salvaguardata seguendo alcune semplici norme di manutenzione:

- Utilizzare sempre carrelli a sollevamento per spostare carichi notevoli, interponendo tra pannelli e ruote dei sistemi rigidi (tavole o lastre), al fine di ripartire i carichi.

- Dovendo smontare diversi pannelli è opportuno evitare la formazione di “isole” o lunghi “canali”, togliendo solo la minima quantità necessaria per raggiungere il punto dell’intervento e ripristinando il piano passo passo fino al completamento dell’operazione.

- Fare attenzione a non danneggiare o spostare le guarnizioni dei traversi e dei supporti; eventualmente provvedere alla sostituzione.

- La rimozione e la posa dei pannelli devono essere tassativamente eseguite utilizzando gli appositi attrezzi di sollevamento. Prestare particolare attenzione nella rimozione dei pannelli contenenti accessori (griglie, distribuzione elettrica, ecc.) al fine di non danneggiarne le connessioni.


- In caso di rimozione di pannelli non interi si dovrà prestare attenzione a ricollocarli nella posizione originaria.
La pulizia regolare ed appropriata è un fattore importante per il mantenimento delle caratteristiche del
pavimento sopraelevato:

- Non usare acqua o detergenti liquidi direttamente sul
pavimento sopraelevato; utilizzare strofinaccio
inumidito e ben strizzato e porre molta attenzione
nelle vicinanze dei sistemi di distribuzione elettrica e
telefonica; non usare acqua per la pulizia
sotto il pavimento.

- Non usare detersivi alcalini, soda, saponi, solventi.

- Non usare pomice, carta vetro, pagliette metalliche,
abrasivi vari.

- Dovendo usare cere o altri trattamenti, prima di
procedere su tutta la superficie, è consigliabile eseguire
una prova preliminare su una zona limitata
del pavimento sopraelevato.

- Quando il pavimento prevede particolari caratteristiche elettriche ricordarsi che le cere sintetiche sono, in genere, elettricamente isolanti.